vIAGGI & INCONTRI

L'Accademia non si ferma

4 - 16 Settembre 2020

Apertura 3 Settembre dalle ore 18:00 alle ore 21:00

La Mostra

Lockdown 2020 – L’Accademia non si ferma

L’Accademia di Belle Arti di Ravenna, un’istituzione che ha segnato la vita culturale e artistica della città e continua a caratterizzarla.

La mostra degli allievi del corso di “tecniche dell’incisione” dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna si presenta al visitatore come momento privilegiato per una verifica sull’attività di ricerca che quest’arte comporta. Un laboratorio specialistico in questa Accademia che, con la sua storia e tradizione di noti docenti artisti, offre e continua ad offrire espressioni di creatività sofisticata mantenendo nel tempo il segno di una preziosità riconosciuta e che ha nel suo specifico di laboratorio sperimentale ricche occasioni di esperienze. Le opere presentate sono il risultato di una didattica che nonostante il periodo di lockdown non si è mai fermata, dando segnale di un’indubbia maturità raggiunta, anche grazie alla qualità dell’insegnamento del prof. Agim Sako e all’impegno degli studenti nell’applicarsi ed esprimere ciò che di meglio hanno saputo dare nell’ambito di questa complessa, quanto affascinante disciplina.

L’esposizione delle opere sarà accolta nello spazio della Galleria Pallavicini 22 con la collaborazione di Claudia Agrioli. Si riafferma così una proficua sinergia da tempo in atto tra Accademia, Istituzioni pubbliche e private e luoghi della città, e sancisce anche la congiunta volontà d’intenti nell’offrire nuove opportunità alla ricerca in atto.

Per i giovani allievi esporre il proprio lavoro è importante almeno quanto la preparazione ricevuta ed esibire pubblicamente le loro opere è un’ulteriore opportunità per verificarne la consistenza comunicativa e la loro validità artistica, cosa indispensabile per chi si affaccia al mondo dell’arte.

Non marginale, non collaterale ma fondamentale diventa per gli allievi l’esperienza del laboratorio d’incisione dove si determina l’incontro tra le poetiche contemporanee e l’antica complessa tecnica della calcografia. L’insegnamento delle tecniche dell’incisione è finalizzato all’apprendimento di un metodo d’espressione che si avvale di conoscenze tecniche, culturali e storiche, ma che si concretizza in un’assidua pratica operativa individuale.

In un campo per sua natura complesso e costantemente sopra le righe come quello dell’arte, un’attività che non rientra e non può rientrare nei termini della progettualità “normale” di tutti i giorni, la questione delle Accademie si propone oggi in tutta la sua dirompente evidenza artistica, aprendosi a interscambi con settori e attività contigue, e proponendo un’elasticità di interpretazione della creatività capace di articolarsi su spettri di intervento differenziati. Con tutte le traversie che hanno incrociato la loro storia, all’interno delle Accademie si continua a produrre con grande intensità, ed anzi, forse per il particolare tipo di relazione che si crea fra docenti e studenti, esse si trasformano in fucine di talenti capaci di stemperarsi anche all’interno di settori diversi. Un’istituzione che non ha costituito una scuola omologante ma piuttosto una risorsa per addentrarsi in un mondo espressivo diverso per ciascuno, con potenzialità enormi dove l’arte è promotrice di nuovi sbocchi professionali.

Paola Babini
Coordinatrice Didattica
Accademia di Belle Arti di Ravenna

Le Opere

Gli Artisti

Allievi del Prof. Akim Sako, docente del corso di Tecniche dell’Incisione Calcografica a.a. 2019-20 presso l’Accademia di Belle Arti di Ravenna

Barbarito Carlotta

Dall’Omo Marica

Dobrevsca Mila

Drudi Matteo

Galera Joanna Lois

Kitanosca Anica

Sakharova Viktoriia

Tonelli Adele

Valentini Francesca

Con il Patrocinio