GIULIANO BABINI

Alla fine del sogno

30 luglio - 15 agosto 2021

La Mostra

Questa mostra, organizzata da Pallavicini 22 Art Gallery in collaborazione con la Collezione Archivio Ghigi-Pagnani e curata da Luca Maggio con un testo critico di quest’ultimo in catalogo, vede esposte diverse sculture musive dell’artista ravennate, tutte a soggetto animale, anche se sono forme ibride, sospese fra mito e una nuova zoologia fantastica che innesta il corno feticcio sulle teste di ognuno dei soggetti trattati, nati – come spiega il titolo – alla fine del sogno, prima però che sorga il sole e interrompa il flusso onirico e surreale dell’inconscio da cui queste forme hanno preso vita.

Suggestivi, a tratti inquietanti, gli animali di Babini non perdono tuttavia il gusto del gioco e riflettono con la loro presenza sulla natura stessa del fare artistico, che ha radici profonde nei tempi primordiali dell’umano e negli spazi infiniti della metafora.

Le Opere

L’artista

Giuliano Babini, diplomato presso l’Istituto d’Arte per il Mosaico di Ravenna e successivamente all’Accademia di Belle Arti di Bologna. 

Esordisce nel 1971 alla “Rassegna della Giovane Pittura Romagnola” di Faenza (RA) e nel 1981 fonda con Enzo Tinarelli, a Ravenna, l’associazione culturale “Spazio G” divenuto poi punto di riferimento per giovani artisti.

E’ mosaicista presso lo studio “Il Mosaico” di Signorini e insegnante all’Istituto d’Arte ed Accademia di Belle Arti di Ravenna mentre promuove incontri e stage con Alchimia (studio), R. Barilli, R. Licata, B. Minardi, A. Rocchi, R. Signorini.

Incaricato alla direzione artistica dello “Studio Akomena” dal 1988 al 2003, ha collaborato con autori quali: R. Arad, M. Bonetti, G. Demo, U. LaPietra, M. Lucchi, U. Marano, G. Pesce, E. Sottsass, ecc.

Nel 1996 è direttore artistico della realizzazione musiva del sepolcro di Rudolf Noureïev (cimitero russo-ortodosso Sainte Genevieve des Bois, Paris) – Commissionato dalla Fondazione Rudolf Noureïev su progetto di Ezio Frigerio, coordinatore tecnico: Stefano Pace, realizzazione della struttura: Atelier de Décors de l’Opera Paris-Bastille, realizzazione del mosaico: Studio Akomena.

Attualmente si occupa di creazione di opere sculture/mosaico.

http://www.giulianobabini.it

Con il Patrocinio