Maurizio Pilò

ENTRATƎ

Dal 29 gennaio al 16 febbraio 2022

La Mostra

Presso lo spazio espositivo Pallavicini 22 Art Gallery saranno esposte 19 opere paesaggistiche nelle quali lo sguardo attento dell’artista traccia una nuova visione di ciò che egli vede grazie ad una sensibilità particolarmente analitica.

“EntratƎ” è un gradito invito, appunto, ad entrare nel suo universo più intimo dove, in una lunga serie di paesaggi, prende forma e sostanza la sua vita ed abilità di artista. Questi paesaggi sono il frutto della frammentazione, e poi ricostruzione, non solo del proprio vissuto poetico interiore ma anche di quello più razionale e pratico dato, anche, dalla sua grande esperienza lavorativa di grafico, impaginatore, fotografo ed infine pittore.

L’artista

 

Maurizio Pilò nasce a Faenza il primo maggio del 1957. Dopo il Diploma al Liceo Artistico di Ravenna frequenta l’Accademia di Belle Arti di Ravenna. Segue i corsi di Umberto Folli, Tono Zancanaro, Remo Muratore, Paolo Racagni, Vittorio D’Augusta, Eugenio Carmi e Gabriele Partisani. Conclude gli studi con una tesi dal titolo “Segno naturale, segno artificiale”, relatore il Prof. Claudio Spadoni. 

A metà degli anni novanta stabilisce il suo studio a Santa Maria in Fabriago, piccolo borgo nella campagna romagnola vicino al fiume Santerno e iniziano le sue prime mostre di pittura.

Ha tenuto molte mostre collettive e personali.

Hanno scritto di lui: Giulio Guberti, Danilo Montanari, Angelamaria Golfarelli, Gino Gianuizzi, Raffaele Quattrone, Alberto Gross, Aldo Savini, Nicola Cavallini, Luca Donelli. 

Con il Patrocinio